Edicola n. 36 In evidenza

Edicola n. 36, via Monte 22

Annunciazione, Filippo Paladini (Paladino), 1612

Nella foto in alto c'è l'Edicola Votiva n. 36 del mio censimento intitolata Edicola dell'Annunciazione. Il perché di tale intitolazione sta nella chiara intenzione dell'artista di riprodurre l'immagine del dipinto (foto in basso) molto più grande che si trova sull'altare della cappella dell'Annunciazione nel transetto di sx della nostra Cattedrale (la cappella dall'agosto 2012 ospita i due monumenti funebri dei vescovi C. A. Sajeva e V. Cirrincione). Infatti, si nota chiaramente la somiglianza tra le due opere e risulterebbe molto interessante sapere sia l'autore che il committente dell'edicola e, perchè no, anche il periodo. Sicuramente dovevano essere ambedue abitanti della zona, forse della stessa via, considerando pure la riproduzione del tema ammirato chissà quante volte nella vicina Cattradàu. Tengo a precisare che avevo trovato sempre chiusa¹ l'edicola ogniqualvolta passavo dalla via Monte, ma i vicini mi assicuravano che si trovava sempre aperta nel periodo natalizio², quando per le Novene vi si accendevano i fuochi e la piccola banda musicale intonava l'inno indimenticabile Li pompi pi l'aria.

¹ La foto mi è stata gentilmente inviata da Filippo Rausa, facendomi notare anche la particolarità che la rende simile al prestigioso dipinto in Cattedrale dell'artista Filippo Paladini (Paladino).

² Se ne occupa il vicino macellaio, signor Lillo Grillo.

N.B. L'1 maggio 2016 sono stato informato del restauro di questa Edicola ad opera del Sig. Lillo Lombardo a titolo puramente gratuito. <<Il sig. Lombardo, bravo restauratore, ne ha curato il recupero, ripulendo tutte le parti soggette all'usura del tempo, trattando la struttura con dei prodotti che hanno tonificato il colore del legno, e che contribuiranno a difenderlo dagli agenti atmosferici.>> (Nobile Quartiere Monte

cronarmerina.it   

Commenti  

0 #2 Renato 2016-05-02 06:41
[quote name="Renato"] Saputo del restauro mi devo un po' ricredere: Ogni tanto qualche abitante contemporaneo pieno di buona volontà apre uno spiraglio di speranza e di civiltà. Tutto ciò per riaffermare che non si può fare di tutta l'erba un fascio. Ringrazio anch'io il sig. Lombardo a nome di tutti quelli che rispettano le opere degli antenati.
Citazione
+1 #1 Renato 2016-04-22 06:19
E bravo Prof. con la scusa delle Edicole Votive ci insegna la storia della nostra bella antica e affascinante cittadina, un po' meno affascinanti gli abitanti contemporanei: un po' disordinati e menefreghisti.
Citazione

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna

Torna in alto

Ricerche Storiche

Censimenti

Storia Civile

Storia Ecclesiastica

Curiosità

Come Eravamo