Il Palio di una volta / 2

I tamburri al Campo Sant'Ippolito

Ho appena ricevuto questa poesia in siciliano da un amico e compagno di scuola che Vi propongo immediatamente insieme ad altre foto del "Palio di una volta" (anni '60)

Pi Chiazza e pi Maria

(la storia di lu Paliu e Chiazza so')
 
I di XIX
"Magistratu di tutti li quarteri,
trasemu, 'mpari, ma di chi si tratta ?
Quanti custumi, tutti ssi banneri,
ma ancora ci sarà cu si l'accatta ?
Ma s'un c'è festa senza tammurinu,
d'annata sana cca, sa' chi casinu.
II
Talìa ddu Paliu dda, tra seggia e seggia,
anticu assai, chi rappresenta, mpari ?"
E Chiazza arrispunnìu: Tu testa leggia,
tu di chiazzisi ca lu poi cantari
lu guardi sulu quannu svintulìa
e scanusci la storia to' ch'è mmia. 
III
Sallu ca nta stu Paliu su' nchiuvati
mill'anni di sintenzi e di spiranzi
di gioi e di duluri accutturati
e di gloria e di sangu e di suttanzi,
mill'anni ca di mia nòbbili Chiazza
ognunu mi l'annacu nta li brazza.
 
Giòmetrico
(alias Giovanni Piazza)
 
cronarmerina.it

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna

Torna in alto

Ricerche Storiche

Censimenti

Storia Civile

Storia Ecclesiastica

Curiosità

Come Eravamo