Sogni realizzabili, forse In evidenza

Ieri mattina ho visitato POLICROMIA <<mostra di tesi di laurea in Architettura il cui intento è illuminare il patrimonio culturale costruito a Piazza Armerina di una luce nuova e policroma, attraverso interventi di architettura contemporanea che ne valorizzino le qualità visibili e nascoste. Molti degli edifici oggetto delle tesi si trovano ai margini del circuito culturale e turistico del territorio; altri invece, da poco restaurati, stentano ad esercitare il ruolo culturale naturale che gli appartiene. Crediamo che meritino un'opportunità di rivalsa e che possano trasformarsi da "architetture mute" a reale motore economico e culturale del territorio. Obiettivo della mostra è proprio riappropriarsi dell'identità locale>>. Sono uscito dopo una lunga chiacchierata con alcuni giovani architetti, soddisfatto e speranzoso. Soddisfatto per aver riscontrato in loro un'entusiasmo incontenibile che avevo dimenticato, speranzoso per la relizzazione di almeno uno dei loro progetti di restauro. Uno su tutti quello che riguarda il "mio" Istituto Magistrale con tutto il piano del Patrisanto (Teatini) antistante. Sogno irrealizzabile? I 12 architetti che espongono le loro tesi sono: Chiara ALBERGHINA, Claudia CANGEMI, Salvatore CIANTIA, Sonia COLLETTA, Salvatore CONOSCENTI, Luca FAUZIA, Chiara FICARRA, Filippo LA LEGGIA, Roberto LA MONICA, Daniele MILITELLO, Federica NOVELLO, Marco RAFFIOTTA.

PROSSIMI APPUNTAMENTI:

- oggi 14 dicembre ore 15 SEMINARIO sull'illuminazione degli spazi liturgici e dei beni monumentali;

- giovedì 22 dicembre ore 19 CONCERTO di pianoforte;

- mercoledì 28 dicembre ore 19:30 APERITIVO al Museo.

cronarmerina.it

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna

Torna in alto

Ricerche Storiche

Censimenti

Storia Civile

Storia Ecclesiastica

Curiosità

Come Eravamo