Rimedi usati al fronte un secolo fa In evidenza

Alla recente Mostra sulla Prima Guerra Mondiale presso il Circolo di Cultura di Piazza, tra i tanti oggetti che ho potuto osservare uno in particolar modo ha destato la mia curiosità. E' il barattolino in metallo tenuto in mano nella foto che, in un primo momento, mi era sembrato contenente una pomata o unguento per le piccole ferite o per dermatiti varie, invece per saperne di più ho dovuto fare la solita ricerca. Intanto il termine "BOLI" è il plurale di "bolo" ovvero qualcosa che ha a che vedere con la deglutizione. Si può trattare del bolo alimentare (masticazione di un boccone) oppure di un bolo medico, come in questo caso, ovvero una medicina impastata in una grossa pillola masticabile. Le altre due parole "con LICHENE" ci fanno sapere che la pillola masticabile contiene lichene (islandico) pianta della famiglia delle Parmeliaceae le cui propietà antimicrobiche, antisettiche e digestive degli acidi contenuti (usnico, cetratico e folico) risultano utili contro nausea, vomito, tosse, asma e mal di gola. Disturbi questi che non dovevano mancare ai soldati italiani "in gita" su per le vette alpine alla conquista della gloria perenne. Come si legge nella confezione e dallo stemma in alto, era l'ISTITUTO CHIMICO FARMACEUTICO MILITARE, fondato nel 1832 a Torino dall'allora Regno di Sardegna, che riforniva le truppe italiane coinvolte nella Grande Guerra. Il lichene ben conosciuto dalle popolazioni del Nord Europa ove viene utlizzato come alimento, cresce anche in Italia nelle zone montagnose dell'Appennino centrale. E' raccolto quando piove o di notte, messo a macerare nell'acqua per 24 ore per eliminare le sostanze amare e infine messo a essicare per poi macinarlo sino a diventare una farina. Concludo con una domanda: "Chissà quante ne ha viste e quante ne potrebbe raccontare questo "insignificante" barattolino?".

cronarmerina.it

Commenti  

0 #2 Wiggy 2016-05-01 08:30
Per chi ha fatto, come me, il militare nella Sanità, conosce bene questi prodotti e L'Istituto Chimico Farmaceutico Militare. I prodotti forniti da tale Istituto non hanno nomi commerciali, ma solo scientifici. Ricordo i barattoli del puzzolente "Salicilato di Metile" che usavamo per massaggiare la schiena dei poveri bersaglieri che venivano fatti marciare sotto l'acqua al grido di caporali che se ne stavano tranquillamente sotto i portici e con la sigaretta in mano!!!
Citazione
+1 #1 signoradelnord 2016-05-01 07:38
Quel non "insignificante" barattolino contiene la dolorosa storia di uomini mandati "in gita" a morire per la gloria e la sete di potere di governanti imbelli .
Ancora una volta complimenti Prof. per la sua sensibilità nella scelta degli argomenti.
La saluto e le auguro un BUON tri d' maggiu .
Citazione

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna

Torna in alto

Ricerche Storiche

Censimenti

Storia Civile

Storia Ecclesiastica

Curiosità

Come Eravamo