Via scomparsa ma non dimenticata

L'ex via Francesco NEGRO adesso n. 7 di viale Gen.le MUSCARA'
Dietro segnalazione di Silvio, un concittadino da tantissimo tempo in Settentrione, ho dovuto constatare la scomparsa di una via dedicata a un piazzese, di cui gli parlava spesso il suo maestro Bonifazio in IV elementare. Diversi decenni fa, di fronte l'ingresso alla piazzetta della Palestra dell'ex ITIS, dal 28/4/2013 Piazzetta del Volontario (Avis), c'era una via che collegava il viale Generale Muscarà, questo tanti anni fa intitolato a Francesco Sottosanti*, alla via Benedetto La Vaccara. Il nome della via, ormai non più leggibile, che era scritto sulla targa in cemento ancora presente indicata dalla freccia rossa nella foto, ricordava Francesco NEGRO. Questi era un medico e scienziato di gran fama che, portatosi sull'Etna per approfondire gli studi di vulcanologia, nel controllare l'imponente eruzione del 1536, il 22 marzo di quell'anno precipitò nel magma incandescente. Ce lo riferisce l'abate Vito Maria AMICO (1697-1762) nel suo Catana illustrata del 1741 con queste parole: Crollò quel giorno il tempio di S. Leone eretto nel bosco, e crollato, fu dai torrenti di fuoco ingombro. In quella circostanza occorse un'orribile disavventura a un valoroso medico, di nome Francesco Negro, il quale per indagare sulle voragini apertesi nei pressi, che mandavano al cielo sassi infuocati, sconsigliatamente avvicinatosi alla fornace, crollatogli sul capo un'eruttato sasso, morì.**
 
*Francesco SOTTOSANTI, nato nel 1894, dopo aver vinto il concorso magistrale andò a insegnare nelle scuole elementari di Verpogliano di Vipacco (Gorizia), oggi in territorio della Slovenia. Ai primi giorni dell'anno scolastico 1930-31, il 4 ottobre, venne ucciso a fucilate sotto gli occhi della moglie e dei figli da elementi antifascisti d'oltre confine. E' ricordato tra i nomi dei caduti della Rivoluzione fascista. (tratto da Martiri fascisti - alla voce: Martire - Enciclopedia Italiana (1934) - Treccani.it). Il corpo del Sottosanti riposa nel nostro cimitero della Bellia e a lui è stata intitolata la piazzetta antistante la chiesa del Carmine. 
**Per maggiori notizie sullo scienziato piazzese potete leggere il post "1536 - Mungibeddu p'r'culös" del 22 marzo 2013.
 
Gaetano Masuzzo/cronarmerina

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna

Torna in alto

Ricerche Storiche

Censimenti

Storia Civile

Storia Ecclesiastica

Curiosità

Come Eravamo