Estate armerina 2014

 

Rumore 

 
Il rumore non tace,
fa chiasso, schiaccia il silenzio,
non ha stanze vuote.
 Il rumore non guarda il mio sonno,
non rispetta scadenze né ore,
lui non vuole incorniciare la serenità,
la possiede,
non ti sussurra dolcemente,
è assordante.
Il rumore è vivente,
la parte più dura di noi,
non ha rispetto di niente.
Il giono è il suo servo obbediente,
e la vita col suo stile
non gli mente,
c'è chi non può farne a meno
perché da lui dipende.
Poi arriva la notte
che per un poco 
lo mette a tacere,
finalmente.
 
Roberto Lavuri,  
Le mie poesie, 2014
 
Gaetano Masuzzo/cronarmerina

 

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna

Torna in alto

Ricerche Storiche

Censimenti

Storia Civile

Storia Ecclesiastica

Curiosità

Come Eravamo