Un caro parente secolare In evidenza

Ieri mattino verso le 7:00 è crollato il cedro del libano secolare della villetta del Generale Cascino (Giardino "Andrea Cursale") che ci ha accompagnato in tutte le fasi della nostra vita. Dalle vasche di studenti spensierati a quelle in cerca di languidi sguardi, da quelle col figlioletto ai primi passi a quelle col parente anziano sottobraccio. Anche se nell'ottobre del 2015 è stata eseguita una potatura di alleggerimento, il grande albero è caduto diligentemente, senza provocare danni né a persone né a cose. Se questo fosse accaduto in altri periodi più affollati, si sarebbero contati sicuramente delle vittime e il nostro poeta in pochi versi ringrazia ancora una volta la Gran Patrona. Come accade nella vita umana, ora che è caduto la sua mancanza la noteremo più della sua presenza, come un caro parente che non c'è più.

IL NOSTRO CARO CEDRO

Quando un albero s'inclina
prima o poi va in rovina.

Alle sette del mattino
cade il cedro del Cascino

e soltanto per fortuna
non c'era persona alcuna.

Noi abbiamo la Gran Patrona
che ancora non ci abbandona.

Ma la Protezione Civile
è stata attenta, oppure vile?

Quest'albero ogni Natale
illuminava il piazzale

e d'estate la sua ombra
non restava mai sgombra.

Ora è legna per camino,
ma ci resterà vicino.

Francesco MANTEO, 4 aprile 2017

cronarmerina.it

Commenti  

0 #3 Roberto 2017-04-06 07:44
Gaetano, come al solito nell'introduzione alla poesia di Francesco, cogli in pochissime parole tutto il nostro dispiacere per un "arredo" della nostra vita che non ci sarà più. Commovente l'accostamento con un nostro caro e anziano parente che sino a quando è in vita non valutiamo l'importanza della sua presenza, ma poi, appena non c'è più ne comprendiamo l'importanza, quando ormai è troppo tardi per farglielo capire. E' sempre e sarà sempre così, anche per noi.
Citazione
-2 #2 vtr 2017-04-05 11:44
Altrove, con accorgimenti tipo struttura in carpenteria pesante di appoggio, problemi del genere vengono risolti.
Citazione
0 #1 Salvatore 2017-04-05 09:46
E' il segno del degrado che ormai da troppo tempo regna nella gestione della cosa pubblica a Piazza Armerina.
Citazione

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna

Torna in alto

Ricerche Storiche

Censimenti

Storia Civile

Storia Ecclesiastica

Curiosità

Come Eravamo