A forestera

7 agosto 2013, ore 20:00

A FORESTERA, in occasione della solita rimpatriata annuale con gli amici paesani, prima della pizza, ci legge i suoi sentimenti scusandosi della non perfetta trascrizione in piazzese antico-moderno. Ma dato che quello che conta è il pensiero... ugualmente le diciamo un grosso GRAZIE. 

 

A P'ZZADA DI FORESTERI

A fajoma tutti l'anni, com 'nsegnal d r'conoscenza,
quasi d'affettu p coddi ch' tanti anni fa s' n' vossnu annè
fora d Ciazza pu b'sogn d travagghiu c'rchè!
E p' coss, cu na parodda nan tant s'mpat'ca,
i chiamoma "FORESTERI".
 
Ma gghiè na cosa da sutt'l'nier:
sti FORESTERI, tutti l'ann
e quarch'dun ciù e ciù d na vota l'ann
torn'nu o m'ttent,
com a vulè scusa dumannè
o pais d'avirlu bannunè!
 
Accussì, pi chiù fortunadi, 
no mis d giugnett, aost p l'autri,
a storia s r'pet... sempr codda... sempr a stissa!
Appena cumenzn a r'sp'rè a
BEDD'ARIA FRISCA DA B'DDIA
ch gh stuzz'ca l'oggi e a fantasia,
 
u cor gh canta p l'emozion, 
pur s'a bocca resta muta,
sti foresteri tornan 
d'arrera n' l'anni da bedda gioventù,
quann d'jevan 
"IU, D CIAZZA, NON ME NE ANDRÒ MAI PIÙ!"
 
Poi i vacanzi f'nisc'nu e pi foresteri riva u jornu d'annessn via.
S'hanna lascè d'arrera i spaddi a sol'ta
BEDDA ARIA FRISCA DA B'DDIA.
Stavota però a mus'ca cangia.
U cor n'an canta ciù... 
l'oggi nan rid'nu ciù,
 
anzi s'annebbianu p l'emozion...
e i paroddi, nan sempr ditti,
p nan fè capì a cu t sta statu o sciancu u to rammarcu,
ch magari nan gh crid ch'è veru,
nan su ciù i stissi d tanti anni fa !
 
E sì... i paroddi cang'nu.
E qual' su?
"IU, CIAZZA, NAN MU POZZ SCURDÈ CIÙ!"
 
A "forestera" ROSALBA TERMINI 

Gaetano Masuzzo/cronarmerina

 
 
   

 

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna

Torna in alto

Ricerche Storiche

Censimenti

Storia Civile

Storia Ecclesiastica

Curiosità

Come Eravamo