Cavalieri Ospedalieri di Santo Spirito In evidenza

L'Ordine degli Ospedalieri di Santo Spirito fu fondato dal francese Guy de Montpellier (1160-1208) nel 1178 e successivamente approvato da papa Innocenzo III nel 1198. L'idea era quella di creare un'altra Milizia del Tempio ma impegnata in altre battaglie: la carità, l'ospitalità, la cura di tutte le miserie. Agli inizi del Duecento l'Ordine si era diffuso in tutti i paesi cristiani, ma la sua sede centrale era a Roma, presso Santo Spirito in Saxia. Questo era un complesso di edifici che era sorto nell'VIII secolo come centro di accoglienza dei pellegrini della comunità anglo-sassone e nel 1200 circa fu trasformato in ospedale, per il ricovero di ammalati e bambini abbandonati, affidato al suddetto Ordine, che così iniziò a svolgere la sua attività principale: erigere e gestire ospedali. Lo stemma o sigillo dell'Ordine era la croce di Lorena, a due bracci trasversali (un simbolo araldico che si faceva risalire a Giovanna d'Arco), che era collocato sopra il portone d'ingresso degli immobili, dove segnalava l'appartenenza di questi agli Ospedalieri di Santo Spirito. Il suo massimo splendore lo raggiunse nel XV secolo con migliaia di ospedali in tutta Europa, poi scomparve quasi completamente nel XVIII secolo. Oggi rimane qualche traccia in Spagna e in Polonia. Era un Ordine economicamente molto potente, come si desume dall'alto numero di case possedute, soprattutto nei dintorni degli ospedali. L'Ordine religioso era soggetto alla regola di Sant'Agostino ed ebbe carattere anche militare solo dal XIII secolo sino al 1459. Era composto sia da religiosi che da laici. Tra i religiosi c'erano i fratelli o canonici regolari, le sorelle, i sacerdoti e le oblate. Il fratello che governava un ospedale portava il titolo di "Comandante". I laici erano delle persone che facevano dei semplici voti per la cura dei poveri e degli ammalati come i religiosi. Anche nella nostra Città quest'Ordine fece la sua comparsa quando ebbe in gestione l'ospedale che si era stabilito nella sede definitiva del Monte¹ nel 1603, prendendo il posto dell'Ordine di S. Giacomo d'Altopascio. Infatti, il nuovo Ordine diede il nome sia al nostro ospedale che si chiamò "Ospedale di Santo Spirito", sia alla chiesetta di S. Maria degli Angeli che si chiamò "dello Spirito Santo". Anche l'antico Monte di Pietà aggiunse in quel periodo la dizione "sotto titolo dello Spirito Santo" quando la gestione passò al Sodalizio della Compagnia dei Nobili detta dei Bianchi.

¹ Nel 1771 chiamato "Ospedale Chiello" e dal 2015 sede dell'Episcopio e della Curia Vescovile.

cronarmerina.it

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna

Torna in alto

Ricerche Storiche

Censimenti

Storia Civile

Storia Ecclesiastica

Curiosità

Come Eravamo