La poetessa Severina La Vaccara/1

1
Come si dice, una scoperta tira l'altra. Qualche giorno fa il prof. Francesco Impallomeni di Catania m'informa che tra le pagine del libro dello storico Santi Correnti (1924-2009), Donne di Sicilia. La storia dell'Isola del sole scritta al femminile, Tringale Editore, CATANIA 1990 (nella foto) si trova il nome di una nostra concittadina nell'elenco dedicato, da pag. 140 a pag. 169, alle Poetesse in italiano siciliane contemporanee. Precisamente a pag. 145, dopo la piazzese Maria Giovanna D'Anca e prima di un'altra piazzese, Agata Libra, troviamo la poetessa in italiano Severina La Vaccara Trigona da Piazza Armerina (EN). Iniziata la non facile ricerca, scopro che si tratta della secondogenita del Deputato al Parlamento on.le Benedetto La Vaccara Giusti avuta dalla moglie Elena Trigona di Salvatore di Mandrascati. In realtà all'anagrafe risulta Saverina (come la nonna Saveria Giusto da parte di mamma) ma lei si firmava Severina, nata il 2 luglio 1884 in un palazzo del quartiere Monte, molto probabilmente in via Rizzo, dove abitava la sua famiglia. Sposatasi nel gennaio del 1921 con Domenico Prestifilippo dà alla luce due figli, Massimo nel 1921 e Paolo nel 1926. Oltre a queste notizie non ho potuto recuperare altro se non la data della sua scomparsa, 26 marzo 1971, e alcune sue opere edite e inedite di cui inizierò a parlare nei prossimi giorni. (continua)
Gaetano Masuzzo/cronarmerina.it

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna

Torna in alto

Ricerche Storiche

Censimenti

Storia Civile

Storia Ecclesiastica

Curiosità

Come Eravamo