Vescovi e Cardinali

1816 Il cardinale Fabrizio Sceberras Testaferrata

Il cardinale Fabrizio Sceberras Testaferrata (1757-1843) Lo stemma del cardinale Fabrizio Sceberras Testaferrata Casualmente nell'ottobre del 2016, grazie a una foto di uno stemma su un social network, ho appreso che un'altra famiglia di Piazza Armerina, oltre a quella dei Trigona, annovera tra i suoi membri un prelato che nei primi decenni del XIX secolo raggiunse l'alta carica ecclesiastica di Cardinale. Si tratta della famiglia Sceberras Testaferrata, alla quale apparteneva il futuro cardinale Fabrizio Sceberras Testaferrata, quasi coetaneo di Antonio Sceberras Testaferrata proveniente da Malta e che troviamo nella nostra…

1807 L'arcivescovo Filippo Trigona/2

Stemma episcopale mons. Filippo Maria Trigona: Partito 1° d'azzurro un triangolo d'oro in punta col sole d'oro al capo (Trigona); 2° fusato d'argento e di rosso (Bellotti-Grimaldi); corona di nobile sormontata da galero arcivescovile munito di cordoni.2Il 18 settembre 1807 Filippo Maria Trigona Bellotti fu creato vescovo di Siracusa e consacrato da un altro lontano parente, Antonino Maria Trigona Grimaldi di Misterbianco vescovo ausiliare di Catania nel 1806¹. A Piazza mons. Filippo Maria è ricordato da una targa posta nel 1809 sotto l'Edicola Votiva n.17 in piazza Gen.le Cascino, dove…

1818 Il cardinale Gaetano Trigona

Il cardinale Gaetano Trigona Parisi (1767-1837) La 3^ Personalità di grande importanza in ordine cronologico (dopo gli arcivescovi di SR Matteo Trigona Palermo e Filippo Maria Trigona Bellotti) tra i prelati appartenenti alla famiglia piazzese dei Trigona è mons. Gaetano Maria Giuseppe Benedetto Placido Vincenzo Trigona e Parisi dei baroni di Sant'Andrea. Nato il 2 giugno 1767 dal matrimonio tra Stefano Trigona e Trigona barone di Sant'Andrea giurato e senatore di Piazza nel 1758 e 1761 e una componente della famiglia Parisi, che annoverava in quel periodo un Officiale del…

1807 L'arcivescovo Filippo Trigona/1

L'arcivescovo di Siracusa Filippo Maria Trigona Bellotti (1735-1824)1La 2^ personalità di alto rilievo (dopo l'Arcivescovo di Siracusa Matteo Trigona Palermo) che troviamo tra gli ecclesiastici vescovi e cardinali della famiglia piazzese dei Trigona, è mons. Filippo Maria Trigona Bellotti. Nato il 1° novembre del 1735 fu il secondo dei nove figli di Trigona Luigi (1705-1773) IV barone di Imbaccari-Terra di Mirabella e S. Cono Superiore¹ e di Bellotti Grimaldi Maria baronessa di Scitibillini nativa di Castrogiovanni. Nipote di Matteo Trigona (fratello del nonno Ottavio) arcivescovo di Siracusa nel 1732, Filippo…

Data corretta per Matteo Trigona

Lapide nella cappella Trigona in Cattedrale - P. Armerina Citazione su "Novelle Letterarie" del 1762 Nei post di domenica 16 e di mercoledì 19 agosto u.s. avevo riportato il 29 giugno 1754 come data della morte dell'arcivescovo di Siracusa, il piazzese mons. Matteo Trigona Palermo, dei baroni di Imbaccari Sottano e Terra di Mirabella. Invece, avendo visionato una lapide nella nostra Cattedrale e approfondendo la ricerca, devo correggerla. Infatti, sia nella lapide su un arco della cappella Trigona in Cattedrale (foto in alto) e sia nel volume/catalogo recuperato su internet…

1732 L'arcivescovo Matteo Trigona/2

Chiesa di Sant'Anna anni 30, inaugurata nel 1745 2 Per la preziosa collaborazione con l'architetto siracusano Rosario Gagliardi (1690 ca.-1762), il nome di mons. Matteo Trigona Palermo (1679-1754*), già canonico nella nostra Chiesa Madre, poi Abbate Commendatore della Basilica La Magione di Palermo e, per questo, Deputato del Regno al XIII posto e Capo del Braccio Ecclesiastico del Parlamento Siciliano dal 1741 al 1746, lo troviamo menzionato in decine di progetti, consacrazioni e inaugurazioni¹ oltre a quello, ovviamente, relativo al proprio Palazzo² di Piazza che sorse a Est del Duomo…

1732 L'arcivescovo Matteo Trigona/1

Nel post dell'1 dicembre 2013, dedicato agli "ecclesiastici della Famiglia Trigona" avevo elencato gli appartenenti a questa antica famiglia piazzese che hanno ricoperto cariche ecclesiastiche a tutti i livelli. Fra questi ne avevo inserito 4 tra Vicari Apostolici, Vescovi e Cardinali. Oggi inizieremo a conoscerli un po' di più come al solito in maniera CRONOLOGICA, anche se le notizie sono risultate in alcuni casi frammentarie come nel caso di mons. Benedetto Maria Trigona della Floresta, che considereremo come 4^ Personalità cronologica. Di lui si sa soltanto che era figlio di…

Oggi l'ordinazione a Vescovo

Il nuovo Vescovo, Mons. Rosario Giasana Oggi, sabato 4 aprile 2014 alle 16:30, in Cattedrale ci sarà la cerimonia di insediamento del nuovo Vescovo della Diocesi di Piazza Armerina Mons. Rosario Gisana. Ci saranno dirette streaming sia su startnews.it e sia su quartieremonte.com. cronarmerina.it

Il nuovo Vescovo di Piazza

Il nuovo Vescovo di Piazza Armerina, Mons. Rosario Gisana Ieri alle 12:00 dopo il suono delle campane di tutte le chiese della Città è stata data la notizia. Papa Francesco ha nominato Vescovo della Diocesi di Piazza Armerina don Rosario Gisana. Nato a Modica il 14 aprile 1959, nel 1985 è ordinato diacono a Noto e l'anno successivo presbitero a Modica e canonico del Capitolo della Cattedrale di Noto. Dopo essere stato docente di Scienze patristiche a Catania e di quelle bibliche a Noto, nel 1990 è Rettore del Seminario…

Aspettando il nuovo Vescovo/11

Mons. Michele Pennisi XI vescovo, dal 2002 al 2013 L'XI vescovo della Diocesi di Piazza nell'aprile del 2002 è stato mons. Michele Pennisi nato a Licodia Eubea (CT) nel 1946. Ordinato sacerdote nel 1972 è stato Presidente dell'Associazione bibliotecari ecclesiastici italiani, membro della Commissione Episcopale per l'Educazione Cattolica, membro del Comitato Scientifico e organizzatore delle Settimane Sociali dei Cattolici. Attualmente è membro del Pontificio Consiglio della Giustizia e della Pace. Si è impegnato su vari fronti, specie su quelli dell'antimafia, tanto da avere assegnata una scorta dopo aver ricevuto un…
Sottoscrivi questo feed RSS

Ricerche Storiche

Censimenti

Storia Civile

Storia Ecclesiastica

Curiosità

Come Eravamo