Data corretta per Matteo Trigona

Lapide nella cappella Trigona in Cattedrale - P. Armerina
 
 Citazione su "Novelle Letterarie" del 1762
 
 
Nei post di domenica 16 e di mercoledì 19 agosto u.s. avevo riportato il 29 giugno 1754 come data della morte dell'arcivescovo di Siracusa, il piazzese mons. Matteo Trigona Palermo, dei baroni di Imbaccari Sottano e Terra di Mirabella. Invece, avendo visionato una lapide nella nostra Cattedrale e approfondendo la ricerca, devo correggerla. Infatti, sia nella lapide su un arco della cappella Trigona in Cattedrale (foto in alto) e sia nel volume/catalogo recuperato su internet "Novelle Letterarie" stampato a Firenze nel 1762 (foto in basso), la data della morte è il 23 febbraio 1753. Inoltre, sull'altro arco della cappella, c'è un busto di un prelato che dovrebbe essere proprio quello di mons. Matteo Trigona Palermo che sovrasta un'enorme aquila con lo stemma della famiglia, in ricordo del suo specifico intreressamento alla realizzazione della cappella per il Santo ritenuto parente patrono della famiglia dei Trigona.   
Per quanto riguarda il gesuita Padre Saverio Vita, che recitò l'orazione funebre in onore dell'Arcivescovo durante il funerale svoltosi nella nostra Cattedrale, consultando il volume Storia Ecclesiatica della Città di Piazza Armerina del Villari, si apprende che proprio in quell'anno, il 1753, egli risultava nell'Elenco nominativo dei Padri Gesuiti docenti nel Collegio di Piazza col nome completo di VITA Saverio Maria
Tutto ciò a dimostrazione che non si finisce di scoprire e d'imparare, l'importante è ammettere gli errori e, possibilmente, correggerli quanto prima.  
cronarmerina.it

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna

Torna in alto

Ricerche Storiche

Censimenti

Storia Civile

Storia Ecclesiastica

Curiosità

Come Eravamo