Aspettando il nuovo Vescovo/8

Mons. Antonino Catarella VIII vescovo di Piazza nel 1942

Alla morte del vescovo mons. Mario Sturzo nel 1942 fu eletto VIII vescovo della Diocesi di Piazza Armerina mons. Antonino Catarella nato nel 1889 a Cammarata (Ag). Si rivelò pastore attento, giusto e leale. Grande organizzatore che curò personalmente il Seminario, creò nuove parrocchie in tutta la Diocesi e soprattutto a Gela, che in pochi anni nell'immediato dopoguerra aveva triplicato la sua popolazione. Riattivò le antiche associazioni religiose laiche chiuse dal Fascismo e ne creò di nuove. Si adoperò all'aggiornamento delle confraternite sopprimendo quasi del tutto quelle di Piazza per conflitti interni alle stesse e di rapporti con il clero. Sotto il suo ministero pastorale la chiesa Cattedrale fu insignita del titolo di Basilica nel 1962 e iniziò le pratiche per riavere nella nostra Città almeno un Ordine religioso. Inoltre fece sorgere il Consultorio Diocesano, i corsi obbligatori di preparazione al matrimonio e avviò le Caritas cittadine. Nel 1970, quasi ottantenne, chiese d'essere esonerato dal governo della Diocesi e papa Paolo VI lo accontentò. Due anni dopo morì e venne sepolto nella nostra Cattedrale. A Piazza gli è tata intitolata la strada nei pressi di via G. D'Annunzio.

cronarmerina.it

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna

Torna in alto

Ricerche Storiche

Censimenti

Storia Civile

Storia Ecclesiastica

Curiosità

Come Eravamo