ExclusiveCentraleSx
ExclusiveCentraleDx
Gaetano Masuzzo

Gaetano Masuzzo

URL del sito web:

Fontana c.da Grottacalda/n. 73

La Fontana/Abbeveratoio n. 73 del mio censimento si trova in c.da Grottacalda-Floristella, a pochi metri da una delle curve del percorso che, per molti anni, si è dovuto fare per il tratto interrotto sulla SP4 Valguarnera-Piazza Armerina. La strada, o meglio, la trazzera ha condizionato per molti anni i collegamenti tra la Città dei Mosaici e quella della Dea di Morgantina con l'autostrada CT-PA, sino al dicembre del 2016, quando è stata aperta al traffico la galleria. Dopo 20 mesi è stata richiusa, nell'agosto del 2018, per la rottura di un giunto sul viadotto che porta alla galleria, e quindi la trazzera è tornata a essere riutilizzata. Quest'inconveniente si è ripetuto per altre tre volte, adesso è percorribile SALVO COMPLICAZIONI. L'abbeveratoio in cemento è abbastanza lungo perché doveva servire per greggi numerosi ma, ormai, è abbandonato e inutilizzato tra le sterpaglie.

cronarmerina.it 

Edicola n. 70

Questa è l'Edicola Votiva n. 70 che si trova in via Ortalizio. È nello stesso sito della n. 40, ma oltre alla statuetta della Madonna dell'Immacolata c'è quella di Cristo Redentore. Preciso che la foto è stata scattata nell'agosto del 2016. Come si vede il luogo è stato abbellito e sistemato con cura. Fa piacere che un angolo della città non proprio centrale, venga mantenuto così pulito e ordinato. Complimenti a chi vi si dedica con questi soddisfacenti risultati.

cronarmerina.it

Edicola n. 69

L'Edicola Votiva n. 69 del mio censimento è quella all'interno (foto in basso) del santuario chiamato Calvario, nel nostro piano Sant'Ippolito (foto in alto). L'edicola è formata da un quadro, che rappresenta la Pietà, dentro a una nicchia chiusa da uno sportello di vetro con lucchetto. Ai lati dell'edicola sono posti, sette per lato, i pannelli in terracotta che corrispondono alle diverse stazioni della Via Crucis. In basso a destra, accanto a uno sportello in ferro, c'è una lapide di marmo che ricorda i benefattori che hanno contribuito all'allestimento delle croci e delle formelle: «PER DEVOZIONE OFFERTE: LE CROCI DALLA SIGNORA MARIA CIPRIANO VED. MOSTACCIO; LA VIA CRUCIS DALLA SIGNORA GRAZIA LO FERMO». Tutto il santuario, restaurato da qualche anno, è protetto da una inferriata con un cancello centrale. 

cronarmerina.it

Fontana c.da Dragofosso/n.72

La Fontana/Abbeveratoio n. 72 si trova in contrada Dragofosso, a ca. 10 Km a sud-est di Piazza, lungo le strade SP16 ed SP17 per il borgo Baccarato. È una grande vasca ottagonale colma d'acqua che, come si vede dalla foto in basso, disseta adeguatamente i buoi che pascolano nelle vicinanze. È un bel quadro delle nostre campagne che ci ricorda la bellezza del nostro paesaggio e, nel contempo, i sacrifici che ci sono dietro queste attività, ormai poco conosciute perché frequentiamo esclusivamente i supermercati, dove si trova tutto pronto. Del feudo Dragofosso si hanno notizie dal XIV secolo e sino al 1596 è appartenuto alla famiglia aidonese dei Gioeni, quando fu acquistato da Giovanni Maria Trigona. Nel 1790 ca. era di proprietà di Vespasiano Trigona V duca di Misterbianco e barone di Aliano e Dragofosso (1760-1836)¹.

¹ Cf. Litterio Villari, Storia dela città di Piazza Armerina, La Tribuna, Piacenza 1981, pp. 147, 341 nota 110, 446.  

cronarmerina.it

Sottoscrivi questo feed RSS

Ricerche Storiche

Censimenti

Storia Civile

Storia Ecclesiastica

Curiosità

Come Eravamo