W San Gaetano

 
La freccia indica la statua di S. Gaetano davanti la chiesa di S. Lorenzo Martire o dei Teatini
S. Gaetano di Thiene
 Tanti auguri a tutti i Gaetano, Gaitàngh, Tatànu, Tanu, Tanùzzu, Tanù e Tanìnu, presenti e assenti, giovani e anziani, che oggi compiono l'onomastico. Il nome Gaetano un tempo era diffuso in tutta Italia, oggi è prevalentemente presente al Sud, in particolare in Campania e in Sicilia, grazie alla venerazione verso il Santo e alla presenza dell'Ordine dei Teatini in queste zone. 
Già qualche anno prima della beatificazione avvenuta nel 1629, nella nostra Città era presente la devozione per il Patriarca dei Chierici Regolari dei Teatini, Gaetano di Thiene, e si parlava di fatti straordinari e autentici prodigi che si erano verificati per sua intercessione. 
Questa devozione culminò nell'agosto del 1641 con la proclamazione, da parte del Senato Cittadino e del Consiglio degli Ottanta, a 3° Compatrono della nostra Città allora chiamata Platia e, inoltre, è Patrono secondario della Diocesi di Piazza Armerina. 
San Gaetano nacque a Thiene, in prov. di Vicenza, nel 1480 e morì a Napoli nel 1547. 
Nel 2016 sono venuto in possesso di due foto ricordo di giovani appena cresimati assieme alle suore sulla scalinata della chiesa dei Teatini. Una è datata 1961 e si nota la mancanza della statua del Santo, mentre è presente nell'altra del 1965. Pertanto si deduce che la statua, probabilmente assieme all'altra di Sant'Andrea Avellino, fu posta tra il 1961 e il 1965. 
 Gaetano Masuzzo/cronarmerina.it

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna

Torna in alto

Ricerche Storiche

Censimenti

Storia Civile

Storia Ecclesiastica

Curiosità

Come Eravamo