Luoghi ed Eventi

Un drago in pinacoteca

La scultura in pinacoteca Stemma Famiglia Boccadifoco o Boccadifuoco Oggi mentre visitavo la pinacoteca, lo sguardo mi è caduto nuovamente sulla scultura in marmo posta in fondo a dx al corridoio. Non so da dove provenga¹, ma potrebbe trattarsi della scultura in marmo di un drago o serpente alato che riproduce lo stemma di una nobile famiglia piazzese, quella dei Boccadifoco o Boccadifuoco. Infatti, nel libro del Villari lo stemma è così descritto: D'azzurro al serpente alato d'oro che butta fuoco dalla bocca. Uno stemma di questa famiglia lo troviamo…

850° Anniversario di Piazza/2

Mosaici, Villa Romana in c/da Casale, IV sec. d.C. Gli Arabi conquistano la Sicilia, 827 d.C. Le 3 Tesi delle origini della nostra Città Per quanto riguarda le origini e il nome della Città di Piazza, io nella prima parte del mio libro riporto la tesi del Villari (1921-2006) la più suggestiva, mentre nella seconda parte del libro, quella dedicata alle note, riporto sia quella sostenuta da 7 storici (i piazzesi Francesco Negro, Antonio Verso (o il Verso) e Francesco Cagno del 1500, Giovanni Paolo Chiarandà e Marco Alegambe (o…

La centrale elettrica

Nel 1904 a Piazza venne immessa l'illuminazione elettrica prodotta da una Centrale alimentata a nafta. Al II piano a dx dell'edificio nella foto, c'era la nostra centrale. Sì, proprio nella zona che noi chiamiamo comunemente Santa Rusulia e non a caso. Infatti, nel 1624, in ricordo del ritrovamento a Palermo del corpo della Santa, coincidente con la fine della peste che tante vittime aveva causato specie nel quartiere Canali, proprio in questo sito fu eretta la chiesa di S. Rosalia, a sx dove poi vi fu la palestra da p'scarìa,…

850° Anniversario di Piazza/1

Morgeti, Emblema in argento di Morgantina raffigurante il mostro Scilla che scaglia un masso ai naviganti, 240 a.C. ca. Stemma dinastia Borbone di Napoli o di Sicilia o delle Due Sicilie (1735-1860) Storia di Piazza Armerina/1 Dopo i Morgeti, i Siculi e i Sicani in Sicilia abbiamo ospitato, più o meno piacevolmente, altri 18 popoli che, ovviamente, hanno dominato lasciando le loro tracce anche sul nostro territorio. Abbiamo avuto i Greci, i Fenici, i Rodio-Cretesi, Cartaginesi, Mamertini, Romani, Vandali, Eruli, Goti, Bizantini, Arabi, Normanni, Svevi, Francesi-Angioini, Spagnoli-Aragonesi, Spagnoli-Austriaci, Borboni, Sabaudi,…

La miniera Floristella

La miniera Floristella, che comprendeva anche le zolfare di Grottacalda e Gallizzi, fu considerata una delle miniere più importanti del Distretto Minerario di Caltanissetta, e quindi della Sicilia, sia come produzione sia come purezza dello zolfo estratto, considerato della qualità migliore disponibile sul mercato. Nella miniera lo zolfo venne scoperto nella seconda metà del '700 e il feudo di Floristella, appartenuto prima al piazzese Giuseppe di Giovanni barone di Floristella nei primi decenni del '600, nel 1631 ai figli Vincenzo e Brigida e nel 1651 al nipote Giuseppe, verso la…

Piano Duilio

1925, Inaugurazione del monumento ai Caduti guerra 15/18 Monumento ai Caduti in Piazza Duilio Il 21 giugno del 1925 fu inaugurato, alla presenza di Sua Altezza Reale Filiberto Ludovico di Savoia, il monumento ai militari Caduti durante il Conflitto Mondiale del 1915-1918. L'inaugurazione del monumento, dello scultore palermitano Andrea Manzella, avvenne nel piano sottostante la chiesa di S. Stefano, che da allora prese il nome di Duilio¹. Questo nome proviene dal nome latino Duilius, forse derivante da Duellum, forma arcaica di Bellum = Guerra, col possibile significato di "uomo di…
Sottoscrivi questo feed RSS

Ricerche Storiche

Censimenti

Storia Civile

Storia Ecclesiastica

Curiosità

Come Eravamo