ExclusiveCentraleSx
ExclusiveCentraleDx

Edicola n. 30

Questa è l'Edicola Votiva n. 30 ed è tra le più piccole e semplici del mio censimento. Si tratta dell'Edicola di via Seminario, dedicata alla Sacra Famiglia, a pochi metri dalla piazza Garibaldi e dalla chiesa delle Anime del Purgatorio. Infatti, la si scorge anche dalla via Umberto, specie di sera perché rimane illuminata. La via Seminario prese questo nome dalla II metà dell'Ottocento. Cioè subito dopo che il IV vescovo della Diocesi di Piazza, l'agrigentino Cesare Agostino Sajeva (1794-1867), ottenne il permesso nel 1859 di aprire il Seminario Vescovile…

Edicola n. 29

Questa è l'Edicola/Cappella n. 29 in c/da Santa Croce, dedicata alla Sacra Famiglia, come si può vedere dalle statuette poste al centro del piccolo altare, dentro un tabernacolo in marmo, anche se è piena di statuette varie, come quella di Padre Pio, subito dietro la porta in ferro. Muratura robusta in pietra locale, si trova a pochi passi dalla nuova rotonda con a centro una grande croce in pietra. Sia la croce che l'edicola sono le uniche cose che ci ricordano che in quel luogo esisteva una chiesa. Infatti, sin…

Fontana c.da Minnelli/n. 40

E' la fontana/abbeveratoio di una contrada nei pressi di Mirabella Imbaccari. Il nome completo della contrada è Piana di Minnelli e, come si vede nella foto, si tratta di una vasca grande e molto semplice nella struttura. Anticamente questa contrada era un màrcato (frazione di un feudo) di Imbaccari Sottano. Il feudo di Imbaccari comprendeva i màrcati di Imbaccari Soprano o Superiore (suddiviso in Sortavilla Soprano e Sortavilla Sottano) e Imbaccari Sottano o Inferiore (suddiviso a sua volta in Baldo Sottano, Baldo Soprano e Piana di Minnelli). Nel 1610 il…

Edicola n. 28

Questa è l'Edicola Votiva n. 28 e si trova in contrada Liano a pochi chilometri dal centro di Piazza verso Mirabella Imbaccari. Dedicata a San Giuseppe con Gesù Bambino in braccio, è custodita dentro una costruzione in muratura abbastanza robusta, probabilmente della metà del secolo scorso. La contrada Liano, che nei documenti appare in altre 4 forme (Eliano, Aliano, Alliano e Leano), è famosa perché nel 1089 il Gran Conte Ruggero vi installò una colonia di emigranti provenienti dalla Lombardia. In questo modo, quello che sino a qualche anno prima…

Edicola n. 27

L'Edicola Votiva n. 27 si trova sotto il piano del Duomo in via San Marco. Come si vede nella foto in basso, la piccola edicola è inserita nell'alto muro di contenimento della grande piazza Cattedrale, quello rivolto a Nord. La via poi prosegue sino a incrociare la via Misericordia, dove esisteva, appunto, la chiesa di San Marco Evangelista*, trasformata in seguito in abitazione. Se non fosse per quella specie di veranda moderna e/o gabbiotto (biglietteria?) in ferro color grigio perla, che si protende verso l'antica strada che, oltretutto, conserva la…

Edicola n. 26

L'Edicola Votiva n. 26 è quella che si trova presso l'atrio del Palazzo Trigona di via Floresta. Chissà da quanto tempo esiste con quell'immagine dipinta della Madonna (forse con Bambino, non si distingue bene) sopra quell'antica porta che si apre verso un'ala del palazzo Settecentesco di cui è rimasto ben poco e che esisteva prima di quello della Floresta in piazza Duomo. Era sempre della famiglia Trigona, ma del ramo dei baroni di San Cono, tra i primissimi di questa nobile casata. Il primo esponente dei baroni di S. Cono…

Edicola n. 25

La foto inviatami da Ettore Lentini ritrae l'Edicola Votiva n. 25, ovvero quella in c/da Muliano che al suo interno, protetta da una grata in ferro, accoglie una statuetta di Sant'Antonio. La contrada prima era molto più frequentata perché da quelle parti passava la strada che collegava Piazza con Aidone sino a metà del secolo scorso. Per questo motivo i monaci Benedettini, all'inizio del XII secolo, costruirono lungo la trazzera di allora, un piccolo cenobio accanto alla già esistente chiesa dedicata a San Gregorio Magno. La chiesetta era sorta accanto…

Fontana c.da Grotticelli/n. 39

Questa nella foto in alto è la Fontana/abbeveratoio n. 39 che si trova in c/da Grotticelli lungo la Strada Statale 117 bis, a ca. 8 Km. da Gela. Noi che ci passiamo vicino, quando andiamo o torniamo dalle località balneari, la vediamo sempre attorniata da gelesi che fanno scorta d'acqua destinata alle loro coltivazioni nella piana sempre assetata. La contrada prende nome dalla località di interesse storico chiamata Grotticelle dove, su un grosso sperone roccioso, esiste un sito protostorico da cui successivamente è stato ricavato un complesso catacombale paleo-cristiano che…

Edicola n. 24

L'Edicola Votiva n. 24 si trova sul pianerottolo della scala che porta ai piani superiori di un'abitazione privata di via Sant'Agostino. E' piccola e molto semplice e racchiude San Giuseppe con Gesù in braccio. La venerazione del Padre del Salvatore che era un artigiano, ci svela che il fedele era un falegname che, quando andò ad abitare a pochi passi dalla chiesa a Lui dedicata, pensò bene di ricordarlo in questo modo, "cu 'na cap'llèdda". Il falegname in questione è mio padre Gino, che si trasferì con tutta la famiglia…

Edicola n. 23 bis

A proposito dell'Edicola n. 23 che si riferisce al Crocifisso de tri strattùni, alla Bellia, il nostro amico Tanino Santangelo ci ha inviato questa foto che immortala l'inaugurazione del Crocifisso avvenuta negli anni Cinquanta. Per la benedizione era presente il Vescovo di allora, mons. Antonino Catarella (1889-1972), vescovo della Diocesi di Piazza Armerina dal 1942 al 1970. Il primo in basso a sx è il prevosto della Cattedrale, padre Vincenzo Caraci. cronarmerina.it
Sottoscrivi questo feed RSS

Ricerche Storiche

Censimenti

Storia Civile

Storia Ecclesiastica

Curiosità

Come Eravamo