Il "nostro" S. Filippo

La processione di San Filippo d'Agira all'altezza della Croce di San Pietro

Processione di San Filippo d'Agira di domenica 18 maggio 2014
 
Oggi leggendo le rime in dialetto siciliano del professore di lettere Girolamo GIUSTO (1868-1941), mi è sembrato opportuno riproporvi una poesia che parla della statua del nostro San Filippo che doveva essere mandata secoli fa ad Aidone e quella di Aidone a Piazza¹. Per questo a ogni processione, giunta all'altezza della croce di San Pietro, allora ultima fermata in periferia², avrebbe voluto tornarsene ad Aidone. Non so se ci sia qualcosa di vero, intanto ve la propongo ugualmente. 
 
SAN FULIPPU
 
San Fulippuzzu lu Casaluttaru,
'ntisu lu Lupu³  nni lu tò quarteri,
com'è ca fu ch' a Chiazza ti purtaru
e no a Daduni? E tu chi fa... nun c'eri?
 
Ed anni ed anni e sèculi passaru,
ma tu ristasti sempri forasteri;
e torci e "gioj" ammàtula 'bbunnaru,
sempri a Daduni va lu tò pinseri.
 
E quannu sì, pi la tò festa, juntu
ddà davanti a la Cruci di San Petru,
chianti li pedi e resti nni ddu puntu.
 
Poi ti risolvi e cerchi di scappari
Daduni è ddà e nun voi turnari 'ndietru...
L'amuri anticu nun si pò scurdari!
 
Girolamo GIUSTO
(Chiazza li so campagni e la cugghiuta di li nuciddi, CATANIA 1937)
 
Traduzione
San Filippo il Casalottaro,
inteso il Lupo nel suo quartiere,
come fu che a Piazza ti portarono
e non ad Aidone? E tu che fa... non c'eri?
 
Ed anni e anni e secoli passarono,
ma tu rimanesti sempre forestiero;
e torce e "alberi della cuccagna" inutilmente abbondarono,
sempre ad Aidone va il tuo pensiero.
 
E quando sei giunto per la tua festa,
là davanti la Croce di San Pietro,
pianti i piedi e resti fermo.
 
Poi ti decidi e cerchi di scappare
Aidone è là e non vuoi tornare indietro...
L'amore antico non si può scordare!
 
¹ La statua di San Filippo di Piazza si riferisce a San Filippo d'Agira (Tracia 405 ca.-Agira 468 ca.) detto anche "u niuru", "u cacciaspiriti" e, a Piazza, "u massèr", il massaro, per essere il protettore dei lavoratori dei campi. Quello venerato ad Aidone è, invece, San Filippo Apostolo, nato a Betsaida e morto a Hierapolis nel I sec. d.C.
² La croce di San Pietro era anche l'ultima fermata per i cortei funerali che allora si effettuavano esclusivamente a piedi. 
³ Secondo me è l'accorciativo di Fulippuzzu, vezzeggiativo di Filippo.
 
cronarmerina.it
 
 

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna

Torna in alto

Ricerche Storiche

Censimenti

Storia Civile

Storia Ecclesiastica

Curiosità

Come Eravamo