Beddu Paraturi

Contrada Paratore a Piazza Armerina¹
Dedicata a tutti coloro che già sono o andranno in villeggiatura tra le belle contrade piazzesi
 
 

LU ME BEDDU PARATURI

A Pietro Giusto, storico e poeta

 
 
Ch'é bedda sta campagna sularina,
tra boschi e pigni, e 'mmenzu a du' vadduna,
unni a 'na nica e rùstica casina
pèrguli e sciuri ci fannu curuna!
 
Luntanu di la vita cittadina,
'ngrassu cuntentu e nuddu mi 'mportuna:
prestu m'aggiuccu e prestu di matina
mi sbigghia di lu gaddu la canzuna.
 
Dintr'a 'na fonti chi manteni frisca
l'acqua e gustusa, ammucciatu cu frasca,
iu tegnu ammoddu a mé cumpari sciascu.
 
'Ssunta la sarsa cu la pasta 'mmisca;
supru lu càciu comu nivi casca...
bivu e lu stagnu a lu fangottu rascu.
 
Gerolamo Giusto
(Scagghi e risugghi - sonetti siciliani, Ed. Siculorum Gymnasium, Officina Grafica L. Faliva, Milano 1933, p. 19)
 
¹ La contrada si trova nei pressi del Ristorante Mosaici "da Battiato". 
 
(prossima poesia dello stesso autore: La me vignera)
 
Gaetano Masuzzo/cronarmerina.it
 
 
 
 

 

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna

Torna in alto

Ricerche Storiche

Censimenti

Storia Civile

Storia Ecclesiastica

Curiosità

Come Eravamo