Aguzzate la vista

Aguzzate la vista n. 27

La croce mai vista nella chiesa più antica della Città È vero, all'occhio allenato del curioso nulla sfugge. L'altro giorno mi trovavo in piazza Martiri d'Ungheria, meglio conosciuta come piazza Teatini, in attesa che aprisse l'agenzia assicurativa e pensavo a quanta storia ci fosse in queste poche decine di metri quadrati. Un convento, un monastero e una Casa/Collegio con le rispettive chiese, palazzi nobiliari e una torre con le vecchie mura della città attorno alla piazza chiamata anche "del mercato settimanale", al di sotto della quale durante la seconda Guerra…

Visitando Palazzo Trigona/2

I lavori di costruzione del grandioso edificio di Palazzo Trigona ebbero inizio diversi anni prima che se ne occupassero seriamente i due fratelli Trigona, Matteo (1679-1753) II barone di Imbaccari Sottano e Terra di Mirabella futuro arcivescovo di Siracusa nel 1732, e Ottavio (1680-1757) III barone di Imbaccari Sottano e Terra di Mirabella. Il palazzo che troviamo a destra (lato Est) del Duomo di Piazza, fu voluto probabilmente dal genitore di Matteo e Ottavio, Trigona Luigi (o Aloisio) (1650-1715) divenuto nel 1693 I barone di Imbaccari Sottano e Terra di…

Visitando Palazzo Trigona/1

Il dipinto della Giustizia in una grande sala del Piano Nobile L’altro giorno andando a visitare la mostra fotografica “Sony World Photography Awards Exhibition” visitabile sino al 5 gennaio, ho avuto la possibilità di girare alcune sale del grandioso Palazzo Trigona della Floresta destinato a essere, a Dio piacendo e chissà quando, Museo delle centinaia di migliaia di reperti, provenienti dalle numerosissime aree archeologiche piazzesi, ancora gelosamente tenuti sotto chiave al fresco. Dopo aver osservato le fotografie esposte, ho dato uno sguardo alle due grandi sale accanto nell’ala destra del…

Aguzzate la vista n. 26

Questo quesito, che la rubrica "Aguzzate la vista" di oggi vi propone, lo ammetto, è molto difficile. Si può dire che è per specialisti con l'occhio allenato e sopraffino. Cos'è e dove si trova? SOLUZIONE La soluzione di questo "Aguzzate la vista" è arrivato prima del previsto. La trovate tra i commenti. Già nel primo commento di Wiggy, si parla di cosa fosse rappresentato nel disegno: una morsa parallela da banco, un calibro a compasso e una squadra di metallo, il tutto posto su un banco per fabbro/meccanico. Vtr, invece,…

Soluzione aguzzate la vista n. 25

La foto del "buco della serratura" riguardante l'enigma dell'Aguzzate la vista n. 25 è stata scattata nel portone accanto (indicato dalla freccia bianca) a quello di entrata all'Ostello del Borgo, ex entrata principale del Monastero delle Benedettine di S. Giovanni Evangelista. Infatti, tutta la piazza è chiamata Largo S. Giovanni perché a destra nella foto ci sono i due ingressi alla preziosissima chiesa di S. Giovanni Evangelista. Per tanto tempo dietro al portone indicato dalla freccia c'è stata la sede dell'Associazione Grandi Invalidi. Concludo questa Soluzione n. 25 ricordandovi soltanto…

Aguzzate la vista n. 25

Qualche giorno fa ho pubblicato su Facebook questa foto con la didascalia <<Quando c'è l'arte anche nel buco... della serratura!>> e sorprendentemente ho registrato oltre 50 mi piace. Allora ho pensato bene di sollecitare la Vostra perspicacia chiedendoVi se avete qualche idea su dove è stata scattata la foto. Vi assicuro che la porta o portone che si apre agendo su questa serratura si trova a Piazza in un luogo conosciuto e frequentato. cronarmerina.it

Dedicato ai pellegrini

L'ingresso alla chiesa di Santa Maria di Piazza Vecchia L'anno scolpito sul pilastro centrale dell'ingresso alla chiesa Se in questi giorni doveste andare in pellegrinaggio alla chiesa di Santa Maria di Piazza Vecchia, date un'occhiata all'anno scolpito sul pilastro centrale dell'ingresso (nel rettanglo arancione foto in alto). Per tanti anni era passato inosservato ma nel maggio dello scorso anno, l'occhio clinico superallenato che ormai mi ritrovo, mi ha fatto scoprire l'incisione nella foto in basso. Buon pellegrinaggio sia all'andata (domenica 24 aprile) alla volta della Chiesa degli Angeli, che al…

Soluz. Aguzzate la vista n. 24

Riquadro rosso via Ferrante, nero via Monte, verde via S. Nicolò, giallo via Barbera Già qualcuno il giorno stesso della pubblicazione del quesito aveva indovinato di che via si trattasse. Nonostante le varie sovrapposizioni nella scrittura del nome avvenuta lungo i decenni, dopo qualche ricerca sullo stradario può benissimo essere decifrato. E' la via Ferrante che collega la via Monte a via Giarrizzo Michelangelo (e non Carmelo, che invece si trova al Casalotto) nel labirinto di viuzze dell'antico quartiere Monte. Se ci si affida a Google Maps è la fine.…

Aguzzate la vista n. 24

Sembra indicare una via sopravvissuta a un bombardamento. Eppure siamo a Piazza. Di che via si tratta ? Gaetano Masuzzo/cronarmerina

Soluz. Aguzzate la vista n. 23

Eccovi dove si trova la lapide in marmo con la scritta di epoca fascista cancellata, insieme ai fasci che l'ornavano, a colpi di scalpello subito dopo la fine del conflitto mondiale nel 1945 (esiste qualche testimone oculare dell'evento). Nonostante questo, in controluce restano evidenti i segni (vedi foto in Aguzzate la vista n. 23) della lunga frase di cui possiamo soltanto immaginare i toni perentori e retorici. Il palazzo è la sede del municipio, prima ancora fu monastero dei Benedettini e, prima ancora, palazzo delle nobili famiglie Tirdera, Cagno e…
Sottoscrivi questo feed RSS

Ricerche Storiche

Censimenti

Storia Civile

Storia Ecclesiastica

Curiosità

Come Eravamo