Viaggiare alla Romana

La via Appia Antica

A proposito di viaggi di una volta, i Romani iniziarono a costruire strade per collegare le città del loro Impero sin dal III secolo a.C. Avevano imparato la tecnica dagli Etruschi ma la migliorarono riuscendo a tracciarle il più possibile in linea retta. In un primo momento servirono a far spostare le loro legioni più celermente, dopo anche per motivi commerciali, prendendo il nome dai Consoli che le promuovevono. Le truppe potevano percorrere 35-40 Km. in un giorno, ma i corrieri, che utilizzavano ottimi cavalli, arrivavano anche 120 Km. Per raggiungere Londra da Roma (5.300 Km.) occorrevano 45 giorni, Gerusalemme (3.000 Km.) 25 giorni, Costantinopoli (2.800 Km.) 20 giorni. Dalla foto si capisce che anche se pavimentate non dovevano essere molto agevoli, sia per le truppe a piedi sia per quelle sui carri e a cavallo. Ma la conquista e il raggiungimento di nuove frontiere non badavano ai dolori ai piedi e non si fermavano davanti ad alcun ostacolo. Tacito riporta quello che pensava dei Romani il capo tribù scozzese Calgaco (una specie di Braveheart): "I romani razziatori del mondo, massacrano, rapinano e lo chiamano impero. Fanno il deserto e lo chiamano pace".

*Le notizie principali sono tratte dal mensile Focus Storia.

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna

Torna in alto

Ricerche Storiche

Censimenti

Storia Civile

Storia Ecclesiastica

Curiosità

Come Eravamo